Modena Project & Engineering Srl
Via Divisione Acqui 131
Modena - Italia
Tel. 059 375657
Fax 059 379131

P.IVA | C.F. IT02480720362

©2018 by Modena Project & Engineering Srl

Tecnologie

Un partner fidato per la gestione dell'energia in azienda

MPE ed i propri Partners sono in grado di assistere i clienti nella scelta delle migliore tecnologia da impiegarsi per il loro caso specifico.

 

Oltre alle comuni tecnologie ormai mature e largamente impiegate, siamo in grado di offrivi alcune specifiche competenze che fanno dei nostri Project Teams interlocutori privilegiati in campo internazionale.

Piro-Gassificatori

 

 

L’evoluzione della tecnologia negli ultimi 20 anni consente oggi di utilizzare con sicurezza ed elevate prestazioni piro-gassificatori in sostituzione degli inefficienti, inquinanti ed ormai obsoleti inceneritori o termovalorizzatori.

A partire dalle semplici biomasse legnose fino ai rifiuti più delicati da processare, i gassificatori costituiscono un efficace strumento da considerare per la progettazione di facilities che vengono normalmente classificate come biomass-to-energy o waste-to-energy in quanto finalizzate al recupero di energia (elettrica o gas metano).

 

La tecnologia della piro-gassificazione è la migliore soluzione per processare qualunque tipo di biomassa in termini di:

  • Efficienza energetica

  • Riduzione delle emissioni inquinanti

  • Consumo di suolo

  • Affidabilità generale

 

Carniolius EE D.o.o.  (SLO) è proprietario della tecnologia (KIV) che ha permesso la realizzazione di numerosi impianti in Europa di altissima qualità e performance. Impianti di dimensioni relativamente piccole sono progettati su specifiche necessità del cliente: il “modulo base” è progettato per produrre circa 5MW. È possibile realizzare un “downsize” del modulo fino a 70-80.000 ton/y. Per maggiori taglie (città o realtà industriali) il modulo viene replicato ed armonizzato in un unico grande impianto il quale continua ad avere la flessibilità del modulo.

Impianti per produzione micro-alghe

 

MPE è attiva nel settore delle alghe (come soggetto tecnico) dal 2012.

Il settore è indubbiamente uno dei più interessanti sul quale operare nei prossimi anni: la richiesta di biodiesel di 3° generazione e di acidi grassi polinsaturi di pregio (EPA e DHA) per i settori nutraceutici e farmaceutici qualificano le micro-alghe come un prodotto nobile su cui puntare per produzione di alta qualità e valore.

 

Sono decine, nel mondo, i produttori di tecnologia per la coltivazione di alghe e sono centinaia di produttori di alghe stesse frazionati nei più diversi settori di coltivazione: ceppi diversi e finalità diverse.

 

La coltivazione industriale di alghe ha da sempre 2 grosse limitazioni tecniche che di fatto si traducono in un costo di produzione elevato e quindi scarsa competitività sul mercato mondiale nei confronti dell’olio di pesce.

 

Capacità produttiva: le tecnologie disponibili non hanno, in generale, risolto il tema di come superare la eccessiva capacità fotosintetica dell’alga che di fatto limita fortemente la dimensione dei reattori e la capacità produttiva degli “Open Pond”.

 

Purezza del prodotto: l’utilizzo dell’olio di alga per estrazione di prodotti nobili (EPA, DHA, Astaxantina,…) ad uso farmaceutico e nutraceutico richiede la massima purezza possibile. Questa caratteristica qualifica l’olio da alga come prodotto estremamente superiore a quello di pesce dove notoriamente si trovano tracce di metalli pesanti ed altri contaminanti. Non di meno, un processo produttivo che prevede fasi di lavorazioni manuali e permanenza del prodotto al di fuori di ambiente sterile riduce sensibilmente la purezza dello stesso

 

La tecnologia ed il processo produttivo di una società internazionale (RSA) con cui MPE ha siglato accordo di ingegneria in esclusiva, offre una brillante soluzione alle questioni precedenti:

 

  • Un innovativo sistema di pannelli composti da lenti Fresnel (oggetto di brevetto specifico) è incaricato di veicolare l’energia incidente (fotoni) all'interno dei fotobioreattori (PBR) con il minimo di perdita possibile

  • All'interno dei PBR, opportune pellicole applicate alle superfici operano per distribuire l’energia disponibile nel modo più uniforme possibile al fine di consentire la crescita per fotosintesi all'intera massa algale contenuta nel PBR.

  • La fase di crescita autotrofa è completata da un fase mixotrofa in cui l’incremento di densità della biomassa è ottenuto somministrando alle alghe un veicolo esterno di carbonio che integra la fotosintesi ed incrementa la crescita della biomassa.

MPE ha acquisito specifico know-how per la progettazione dei sistemi energetici a supporto delle “algae farm”.

Waste to energy facilities

 

Le società partner di MPE operano da oltre 20 anni nel settore waste e waste-to-energy con un track record di alcune centinaia di studi e realizzazioni prodotte in tutta Europa e in diversi paesi del mondo.

Le competenze del network spaziano dai tradizionali impianti di compostaggio ai più moderni piro-gassificatori e impianti per la produzione di bio-metano.

  • Lo studio di fattibilità, a partire dalla matrice organica da processare e dal prodotto finale desiderato definisce la miglior tecnologia da utilizzarsi per lo specifico progetto;

  • il Team di progetto definisce le caratteristiche tecniche della realizzazione e redige il business-plan dell’investimento utilizzando software di altissimo livello e certificabile anche per richiesta di finanziamenti bancari o di fondi pubblici.

  • L’obiettivo definito con il Cliente viene raggiunto componendo uno specifico team con i professionisti in grado di apportare il giusto expertise. Normalmente il team è composto da tecnici di diverse nazionalità consentendo il confronto di diversi background ed esperienze complementari che arricchiscono il progetto.

 

Il settore waste-to-energy rappresenta sicuramente uno dei più interessanti e profittevoli del prossimo decennio, sia in Europa che in molti paesi del mondo ove il tema rifiuti sta diventando un problema sempre più importante sia per la salute pubblica che per l’ambiente.

 

Il ns. settore di ingegneria può offrire progettazione di elevato standard per i seguenti tipologie di impianto:

  • COMPOSTAGGIO

  • BIOGAS – DRY O SEMI-WET

  • PIRO-GASSIFICAZIONE

  • BIOMETANO